Texas-Holdem-Poker-paddy-power

Il Poker holdem ed il suo studio matematico

La matematica, che piaccia o meno, nel gioco del poker potrebbe essere una grande alleata, soprattutto se questa viene applicata per poter effettuare i calcoli delle probabilità che si possono avere per ottenere una vincita elevata.

 

Il poker ed i suoi tanti calcoli.

Il poker, definito non solo gioco d’azzardo, ma una scienza vera e propria, è oggetto degli studi di tantissimi matematici, che hanno creato delle regole per applicare calcoli di probabilità interessanti, come quella del 4 e del 2.

Il Texas Holdem, così come il classico gioco di poker, ovvero quello delle cinque carte con la possibilità di scambio di una o tutte, rappresenta una materia interessante dal punto di vista matematico.
Questo gioco infatti, che viene spesso visto solo come gioco d’azzardo, offre degli spunti interessanti dal punto dei vista dei calcoli in quanto, conoscendo un pizzico di casistica, è possibile capire quali siano le percentuali di poter ottenere delle combinazioni effettivamente vincenti.

Il tutto si può concretizzare con la regola del 4 e del 2, che rappresentano dei moltiplicatori in grado di far ottenere al giocatore delle percentuali che rappresentano appunto la possibilità di vincita.
Il primo dei due, ovvero il 4, viene utilizzato nel momento in cui sul tavolo viene sceso il flop, ovvero la terza carta: tale moltiplicatore va sfruttato e moltiplicato per il numero di carte dello stesso seme rimasto.

Ad esempio, se un giocatore possiede in mano un 9 di cuori ed un fante di picche, e sul tavolo sono presenti un 2, un 5 ed un 8 di cuori, la possibilità che possa ottenere un colore con la prossima carta è pari a 9, in quanto restano ancora 9 carte di cuori che possono uscire al turno successivo.

Essendo stato calato il flop, ovvero la terza carta sul tavolo, il numero rimanenti delle carte deve essere moltiplicato per 4, e si ottiene dunque 36%, che rappresenta una buona percentuale di possibilità di ottenere la vincita prima che il river venga sceso sul tavolo.

Il secondo calcolo invece predente il considerazione il numero 2, e si effettua nello stesso modo: si moltiplica stavolta il numero complessivo delle carte per il moltiplicatore.
Nel caso in cui un giocatore abbia le stesse due carte in mano, e sul tavolo vi sia un re di picche, una donna di cuori, un fante di danari ed un nove di fiori, il giocatore dovrà moltiplicare il 2 per 8.

Questo secondo numero è dato dalla somma delle carte che gli permettono di ottenere una scala: 8 infatti è rappresentato dalle 4 carte 8 e dai 4 assi che non sono stati ancora scesi sul tavolo, e moltiplicando tale numero per 2, si ottiene una possibilità del 16% di poter fare una scala.

Se invece una delle due carte fosse stata calata sul tavolo, il giocatore, oltre aver la possibilità certa di fare scala, avrebbe avuto una percentuale del 14% per poter fare un buon punteggio, visto che un 8 oppure un asso sono presenti sul tavolo dopo il river.

Si tratta dunque di due calcoli che, seppur possano sembrare complessi e noiosi, aiutano i giocatori a capire quale possa essere la loro reale possibilità di ottenere una vittoria, ed una buona combinazione vincente, mentre giocano al poker Texas Holdem.

Ovviamente, è necessario imparare ad effettuare questi calcoli in maniera rapida, cosa necessaria per poter capire se in quella mano di gioco conviene rischiare oppure abbandonare il tavolo prima di incorrere in una sconfitta.
Esistono poi tantissime altre regole che possono essere applicata al Texas Holdem, anche se quella del 4 e del 2 risulta essere quella maggiormente semplice e vincente.

 

Il poker online ed i calcoli.

Il calcolo delle probabilità, e quelle regole prima citate possono essere veramente utili ai giocatori, anche nel momento in cui si prende parte a mani di gioco sul web, ovvero si utilizza il poker online per poter ottenere delle vittorie di denaro interessanti.

Essendo il poker presente sul web, e dunque nei vari casinò online, questo permette agli utenti di potersi divertire stando comodamente seduti di fronte allo schermo del proprio computer o del dispositivo mobile.
Una domanda che in molte persone potrebbero porsi riguarda il fatto se, anche nella versione online, è possibile procedere al calcolo di tutte queste probabilità e casistiche nel momento in cui vengono distribuite le carte e scese alcune sul tavolo.

La risposta ovviamente è affermativa: anche nel poker online, e dunque nel Texas Holdem virtuale è possibile procedere ad effettuare tutti questi calcoli, a patto che questi siano immediati ed effettuati in maniera corretta, evitando di ottenere delle percentuali tutt’altro che reali.

Bisogna però prendere in considerazione due fattori, che potrebbero rendere meno precisi i calcoli che si possono effettuare nel poker online, e che dunque bisogna ricordarsi sempre mentre si gioca.
Il primo dei due fattori è il tempo: se i calcoli possono essere effettuati senza troppa pressione in una partita di Texas Holdem dal vivo, visto che magari non vi è una pressione tale e fretta di giocare, online il tempo potrebbe essere il peggior nemico per chi vuole studiare per bene la situazione.

Questo in quanto, per effettuare una qualsiasi scelta o mossa, il giocatore avrà a sua disposizione una manciata di secondi, al termine del quale il computer effettuerà per lui la mossa, oppure lo escluderà dal tavolo in quanto ritarda il gioco volutamente.

Il secondo elemento che potrebbe rendere impossibile il poter realizzare questi calcoli riguarda il fattore umano: una semplice espressione infatti deve essere considerata, e questa permette ad un giocatore di aumentare o diminuire le sue possibilità di vincita.

Un giocatore che infatti si dimostra poco convinto, oppure fa spuntare sul suo volto un sorriso incontenibile risultano essere elementi che danno un forte segnale di che gioco abbia quell’utente nelle sue mani.
Pertanto il giocatore, oltre poter effettuare questi calcoli, potrà anche capire che tipo di gioco ha un suo avversario, e dunque forzare la fortuna oppure attendere la prossima mano di gioco per effettuare puntate e calcoli ulteriori.

Il fattore umano, ovvero le emozioni incidono parecchio sulle probabilità nel gioco del poker online, visto che queste, in tale versione, sono completamente assenti.

Il calcolo dunque potrebbe non essere tanto completo, visto che un volto triste potrebbe aumentare del dieci percento la possibilità di vittoria di chi effettua tali calcoli, salvo nel caso in cui un giocatore non stia palesemente mentendo per trarre in inganno gli altri giocatori.

In tutti i casi comunque, effettuare un breve calcolo delle possibilità di vittoria che si hanno mentre si gioca al poker online risulta essere legare, e permette ai giocatori di essere maggiormente tranquilli mentre prendono parte alle varie mani di gioco.

Le regole del poker Texas.

Per poter giocare al poker Texas occorre conoscere poche regole, le quali caratterizzano perfettamente questo particolare tipo di gioco.

Il Texas Holdem, conosciuto anche come poker Texas, si differenzia dal classico gioco per diverse regole, le quali comunque saranno molto semplici da applicare e sfruttare.
Conoscere tutti questi aspetti sarà fondamentale per il giocatore, dato che questo non dovrebbe trovare delle difficoltà nel capire come comportarsi durante una fase del gioco.

Il poker texas prevede un numero non preciso di giocatori: il minimo risulta essere di 2, mentre il massimo può arrivare anche fino ad 8, o come accade in casi particolari, 10 giocatori o più.
Questi si siederanno al tavolo di gioco, ed otterranno dal mazziere due carte, che verranno distribuite in senso orario ed una per volta.

Ogni giocatore è libero di tenere in mano le carte, di guardarle e poi tenerle coperte oppure di osservarle per tutta la durata della partita. Quando si ottengono le due carte, il gioco ha ufficialmente inizio, ed il primo giocatore alla sinistra del mazziere potrà aprire la partita, effettuando una puntata al rialzo oppure vedendo: ogni altro partecipante potrà comportarsi nello stesso modo, abbandonando anche il tavolo di gioco qualora la sua mano non fosse vincente.

Texas-Holdem-Poker-paddy-powerQuando viene raggiunta la stessa puntata da parte di tutti i giocatori, sul tavolo il mazziere pone tre carte scoperte, che permettono agli stessi partecipanti di poter effettuare le combinazioni vincenti.
In base alle due carte che si hanno in mano, un giocatore potrà effettuare delle combinazioni di diverso tipo: quando le tre carte scoperte vengono scese sul tavolo, ad aprire il gioco sarà il partecipante seduto alla sinistra di chi ha effettuato il primo turno di scommesse.
Anche in questo caso, si passa con un turno di puntate che funziona nello stesso ed identico modo prima analizzato.

Un giocatore dunque potrà decidere di abbandonare il gioco in qualsiasi momento, se le sue combinazioni non sono vincenti. Dopo che si effettua il secondo giro di puntate, sul tavolo viene calata una quarta carta, che potrà essere utilizzata per completare le proprie combinazioni vincenti.

Non ha importanza se si ottiene un poker solo con le prime tre carte oppure con una di esse e con la quarta: l’importante è che il giocatore ne utilizzi tre o quattro sul tavolo ed almeno una di quelle che possiede in mano. Quando la penultima carta viene posta sul tavolo, i giocatori effettuano un altro giro di puntate, ed infine il mazziere pone sul tavolo, affianco alle altre quattro, la quinta ed ultima carta.

A questa sussegue il turno finale di puntate: dopo che questo viene effettuato, i giocatori in gioco devono girare le due carte, e vince chi ottiene la combinazione migliore. Se tutti abbandonano il tavolo di gioco, e resta un solo partecipante, questo oltre poter vincere la somma di denaro puntata, non dovrà girare obbligatoriamente le carte e mostrarle agli altri partecipanti.

Suggerito da: poker.paddypower.it Texas Holdem

Rispondi